menu apri menu apri

Glossario

Abbiamo raccolto le parole del nostro mondo.

D

Decontaminare

Rimuovere, tramite una precisa procedura, gli elementi contaminanti potenzialmente dannosi tramite un agente decontaminante. La decontaminazione riduce la contaminazione microbica dei materiali o delle superfici. In ambito sanitario decontaminazione è definita come un insieme di processi che includono pulizia, disinfezione e/o sterilizzazione per rendere sicuro un dispositivo medico riutilizzabile per un ulteriore utilizzo e per ridurre al minimo il rischio di trasmissione di agenti infettivi.

F

Fotocatalisi

Tecnologia che, in presenza di un fotocatalizzatore, normalmente Biossido di Titanio (TiO2), di luce e di acqua, genera un agente ossidante in grado di trasformare le sostanze organiche in anidride carbonica e acqua. I principali limiti di questa tecnologia in ambito sanitizzante sono dovuti alla necessità di utilizzare lampade UV per attivare il processo, ai tempi lunghi di azione, al costo connesso alle lampade stesse e alla loro manutenzione. 

Formaldeide

Agente inquinante nocivo. Può essere emessa dai materiali da costruzione, dal fumo di sigaretta, dai prodotti per la pulizia della casa, da tutti gli apparecchi a combustione (cucine, stufe, caldaie a gas o a legna), e viene anche utilizzata come componente di colle o adesivi, come conservante in alcune vernici o come disinfettante.

I

Inquinamento indoor

Agenti inquinanti che influiscono pesantemente sulla salubrità degli ambienti confinati, con conseguenze dirette sia sul breve che sul lungo termine sul benessere e sulla salute delle persone.  Tra i maggiori agenti inquinanti indoor, infatti, troviamo i materiali da costruzione non certificati (tinte, vernici, collanti, ecc.), i mobili e gli arredi, tutti i processi di combustione (fornelli, i caminetti, ecc.) o i loro sottoprodotti (odori dati dalla cottura dei cibi, fumi incombusti, ecc.), i prodotti per la pulizia della casa (candeggina, varechina, acetone, ecc.), i cosmetici per la cura e l’igiene della persona (profumi, deodoranti, saponi, smalti, ecc.) o i prodotti per il bucato (detersivi e ammorbidenti).

Ionizzazione

Processo attraverso cui un atomo o una molecola acquistano o perdono elettroni. Se un atomo o una molecola guadagna un elettrone, si carica negativamente, mentre se ne perde uno, si carica positivamente

Ionizzazione evoluta

Tipologia di ionizzazione in grado di generare particelle reattive efficaci sugli inquinanti ma innocue per le persone e gli animali, minimizzando la produzione di ozono. Questa forma raffinata e selettiva di ionizzazione, (presente nei dispositivi Jonix) è possibile solo attraverso precise tipologie di tensione e forma d’onda, generate da sistemi brevettati di geometria e alimentazione elettrica, che permettono di fornire energia in una modalità particolare, tale da modulare la quantità e la qualità delle particelle attivate.

Ionizzatori

Dispositivi che al loro interno hanno una tecnologia tale da produrre nell’aria il fenomeno della ionizzazione:  rilasciano negli ambienti da trattare particelle caricate negativamente (e/o positivamente), che hanno la capacità di disgregare e abbattere le particelle inquinanti, organiche e inorganiche, con un effetto sanitizzante e purificante. 

O

Ozono

Molecola composta da tre atomi di ossigeno legati fra loro (O3). Si tratta di un gas incolore,  fortemente instabile e dotato di un elevato potere ossidante.

Si concentra prevalentemente nella ozonosfera, che rappresenta la parte più bassa della stratosfera, estesa, tra i 15 e i 50-60 km dell’atmosfera terrestre. L'ozono si forma in modo diverso a seconda dell'ambiente in cui si trova, ma in genere a partire dalla reazione dell'ossigeno O2 con l'ossigeno O che viene prodotto dalla scissione della molecola di ossigeno ad opera delle radiazioni ultraviolette (UV). L’ozono come specie ossidante si forma inevitabilmente  durante qualsiasi processo che voglia aggredire ed abbattere forme inquinanti attraverso specie ossidanti. Anche le lampade UV, le tecnologie fotocatalitiche, ed altre, producono inevitabilmente ozono perché è tra le specie  ossidanti che si formano per la presenza di ossigeno dell’aria.

Ozonizzatore

Dispositivo costruito per produrre esclusivamente ozono con l’obiettivo di sfruttarne la capacità ossidativa  per decontaminare gli ambienti.  È importante sapere che, per poter eliminare i microrganismi ed essere efficace, l’ozono deve essere in concentrazione tale da risultare nociva anche per la salute dell’uomo.

La sanificazione degli ambienti di lavoro tramite ozono deve avvenire in assenza di persone, utilizzando una dose e un tempo di impiego sufficienti a eliminare i microrganismi e virus ma con effetti  di  deterioramento  minimi  sui  materiali.

 

P

Particolato

Miscela di particelle solide e goccioline liquide presenti nell'aria. Alcune particelle, come polvere, sporco, fuliggine o fumo, sono grandi o abbastanza scure da essere viste ad occhio nudo. Altri sono così piccoli che possono essere rilevati solo utilizzando un microscopio elettronico.

L'inquinamento da particelle include:

PM 10  : particelle inalabili, con diametri generalmente di 10 micrometri e inferiori; e

PM 2,5  : particelle fini inalabili, con diametri generalmente di 2,5 micrometri e inferiori.

Perossido di idrogeno

Sostanza attiva su un'ampia varietà di microrganismi inclusi batteri, funghi, virus e spore. L’azione del perossido di idrogeno avviene attraverso la produzione di radicali liberi idrossilici distruttivi che possono attaccare la membrane lipidica, il DNA e altri componenti essenziali delle cellule. Il perossido di idrogeno è tossico e cancerogeno, quindi utilizzabile esclusivamente in ambienti vuoti e sigillati. 

Plasma

In fisica, è il quarto stato della materia, si tratta di un gas completamente o parzialmente ionizzato, costituito da varie particelle come elettroni, ioni, atomi e molecole, che nell’insieme risulta elettricamente neutro. 

Pulizia

La pulizia consiste nella rimozione dello sporco attraverso detergenti, con eventuale ulteriore azione di disinfezione tramite ipoclorito di sodio 0,1% o etanolo al 70%, secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità. La pulizia giornaliera (con disinfezione o meno) è dunque l’azione quotidiana messa in atto dal personale dell’attività stessa. 

S

Sanificazione

Insieme di azioni finalizzate a mettere in sicurezza, da agenti patogeni, spazi e superfici in modo da garantirne la salubrità, mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni. 

Sanitizzazione

Specifica azione di pulizia e decontaminazione, che utilizza prodotti sviluppati appositamente per eliminare in modo sistematico e sicuro gli agenti patogeni da aria e superfici.

Scarica a barriera dielettrica

Tipologia di geometria e alimentazione elettrica in grado di attivare un processo di ionizzazione non termico. Si definisce in tal modo perché è presente, tra gli elettrodi, un materiale dielettrico che impedisce lo sviluppo di correnti elevate. I dispositivi Jonix sanitizzano aria e superfici in modo sicuro grazie a una tipologia di geometria a scarica a barriera dielettrica coperta da 4 brevetti sviluppati dal nostro laboratorio.

Specie ossidanti

Molecole eccitate, atomi, ioni e radicali generati dal processo di ionizzazione che, in presenza di ossigeno, prendono, nel loro insieme, il nome di ROS (Reactive Oxygen Species) e sono responsabili del potere ossidativo acquisito dal flusso gassoso. Quest’insieme risulta altamente reattivo ed in grado di attaccare una grande varietà di composti inquinanti.

V

VOC

I composti organici volatili (VOC - Volatile organic compounds) sono gas emessi nell'aria da prodotti o processi.  I VOC includono una grande varietà di sostanze chimiche, alcune delle quali possono avere effetti negativi sulla salute a breve e lungo termine. Le concentrazioni di molti COV sono costantemente più elevate all'interno (fino a dieci volte superiori) rispetto all'esterno. I COV sono emessi da una vasta gamma di prodotti tra cui: vernici e lacche, svernicianti, prodotti per la pulizia, pesticidi, materiali da costruzione e arredi, apparecchiature per ufficio come fotocopiatrici e stampanti, fluidi correttivi e carta autocopiante, materiali grafici e artigianali tra cui colle e adesivi, pennarelli indelebili e soluzioni fotografiche.

Ricerca Parola

  • Decontaminare

    Rimuovere, tramite una precisa procedura, gli elementi contaminanti potenzialmente dannosi tramite un agente decontaminante. La decontaminazione riduce la contaminazione microbica dei materiali o delle superfici. In ambito sanitario decontaminazione è definita come un insieme di processi che includono pulizia, disinfezione e/o sterilizzazione per rendere sicuro un dispositivo medico riutilizzabile per un ulteriore utilizzo e per ridurre al minimo il rischio di trasmissione di agenti infettivi.

  • Fotocatalisi

    Tecnologia che, in presenza di un fotocatalizzatore, normalmente Biossido di Titanio (TiO2), di luce e di acqua, genera un agente ossidante in grado di trasformare le sostanze organiche in anidride carbonica e acqua. I principali limiti di questa tecnologia in ambito sanitizzante sono dovuti alla necessità di utilizzare lampade UV per attivare il processo, ai tempi lunghi di azione, al costo connesso alle lampade stesse e alla loro manutenzione. 

  • Formaldeide

    Agente inquinante nocivo. Può essere emessa dai materiali da costruzione, dal fumo di sigaretta, dai prodotti per la pulizia della casa, da tutti gli apparecchi a combustione (cucine, stufe, caldaie a gas o a legna), e viene anche utilizzata come componente di colle o adesivi, come conservante in alcune vernici o come disinfettante.

  • Inquinamento indoor

    Agenti inquinanti che influiscono pesantemente sulla salubrità degli ambienti confinati, con conseguenze dirette sia sul breve che sul lungo termine sul benessere e sulla salute delle persone.  Tra i maggiori agenti inquinanti indoor, infatti, troviamo i materiali da costruzione non certificati (tinte, vernici, collanti, ecc.), i mobili e gli arredi, tutti i processi di combustione (fornelli, i caminetti, ecc.) o i loro sottoprodotti (odori dati dalla cottura dei cibi, fumi incombusti, ecc.), i prodotti per la pulizia della casa (candeggina, varechina, acetone, ecc.), i cosmetici per la cura e l’igiene della persona (profumi, deodoranti, saponi, smalti, ecc.) o i prodotti per il bucato (detersivi e ammorbidenti).

  • Ionizzazione

    Processo attraverso cui un atomo o una molecola acquistano o perdono elettroni. Se un atomo o una molecola guadagna un elettrone, si carica negativamente, mentre se ne perde uno, si carica positivamente

  • Ionizzazione evoluta

    Tipologia di ionizzazione in grado di generare particelle reattive efficaci sugli inquinanti ma innocue per le persone e gli animali, minimizzando la produzione di ozono. Questa forma raffinata e selettiva di ionizzazione, (presente nei dispositivi Jonix) è possibile solo attraverso precise tipologie di tensione e forma d’onda, generate da sistemi brevettati di geometria e alimentazione elettrica, che permettono di fornire energia in una modalità particolare, tale da modulare la quantità e la qualità delle particelle attivate.

  • Ionizzatori

    Dispositivi che al loro interno hanno una tecnologia tale da produrre nell’aria il fenomeno della ionizzazione:  rilasciano negli ambienti da trattare particelle caricate negativamente (e/o positivamente), che hanno la capacità di disgregare e abbattere le particelle inquinanti, organiche e inorganiche, con un effetto sanitizzante e purificante. 

  • Ozono

    Molecola composta da tre atomi di ossigeno legati fra loro (O3). Si tratta di un gas incolore,  fortemente instabile e dotato di un elevato potere ossidante.

    Si concentra prevalentemente nella ozonosfera, che rappresenta la parte più bassa della stratosfera, estesa, tra i 15 e i 50-60 km dell’atmosfera terrestre. L'ozono si forma in modo diverso a seconda dell'ambiente in cui si trova, ma in genere a partire dalla reazione dell'ossigeno O2 con l'ossigeno O che viene prodotto dalla scissione della molecola di ossigeno ad opera delle radiazioni ultraviolette (UV). L’ozono come specie ossidante si forma inevitabilmente  durante qualsiasi processo che voglia aggredire ed abbattere forme inquinanti attraverso specie ossidanti. Anche le lampade UV, le tecnologie fotocatalitiche, ed altre, producono inevitabilmente ozono perché è tra le specie  ossidanti che si formano per la presenza di ossigeno dell’aria.

  • Ozonizzatore

    Dispositivo costruito per produrre esclusivamente ozono con l’obiettivo di sfruttarne la capacità ossidativa  per decontaminare gli ambienti.  È importante sapere che, per poter eliminare i microrganismi ed essere efficace, l’ozono deve essere in concentrazione tale da risultare nociva anche per la salute dell’uomo.

    La sanificazione degli ambienti di lavoro tramite ozono deve avvenire in assenza di persone, utilizzando una dose e un tempo di impiego sufficienti a eliminare i microrganismi e virus ma con effetti  di  deterioramento  minimi  sui  materiali.

     

  • Particolato

    Miscela di particelle solide e goccioline liquide presenti nell'aria. Alcune particelle, come polvere, sporco, fuliggine o fumo, sono grandi o abbastanza scure da essere viste ad occhio nudo. Altri sono così piccoli che possono essere rilevati solo utilizzando un microscopio elettronico.

    L'inquinamento da particelle include:

    PM 10  : particelle inalabili, con diametri generalmente di 10 micrometri e inferiori; e

    PM 2,5  : particelle fini inalabili, con diametri generalmente di 2,5 micrometri e inferiori.

  • Perossido di idrogeno

    Sostanza attiva su un'ampia varietà di microrganismi inclusi batteri, funghi, virus e spore. L’azione del perossido di idrogeno avviene attraverso la produzione di radicali liberi idrossilici distruttivi che possono attaccare la membrane lipidica, il DNA e altri componenti essenziali delle cellule. Il perossido di idrogeno è tossico e cancerogeno, quindi utilizzabile esclusivamente in ambienti vuoti e sigillati. 

  • Plasma

    In fisica, è il quarto stato della materia, si tratta di un gas completamente o parzialmente ionizzato, costituito da varie particelle come elettroni, ioni, atomi e molecole, che nell’insieme risulta elettricamente neutro. 

  • Pulizia

    La pulizia consiste nella rimozione dello sporco attraverso detergenti, con eventuale ulteriore azione di disinfezione tramite ipoclorito di sodio 0,1% o etanolo al 70%, secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità. La pulizia giornaliera (con disinfezione o meno) è dunque l’azione quotidiana messa in atto dal personale dell’attività stessa. 

  • Sanificazione

    Insieme di azioni finalizzate a mettere in sicurezza, da agenti patogeni, spazi e superfici in modo da garantirne la salubrità, mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni. 

  • Sanitizzazione

    Specifica azione di pulizia e decontaminazione, che utilizza prodotti sviluppati appositamente per eliminare in modo sistematico e sicuro gli agenti patogeni da aria e superfici.

  • Scarica a barriera dielettrica

    Tipologia di geometria e alimentazione elettrica in grado di attivare un processo di ionizzazione non termico. Si definisce in tal modo perché è presente, tra gli elettrodi, un materiale dielettrico che impedisce lo sviluppo di correnti elevate. I dispositivi Jonix sanitizzano aria e superfici in modo sicuro grazie a una tipologia di geometria a scarica a barriera dielettrica coperta da 4 brevetti sviluppati dal nostro laboratorio.

  • Specie ossidanti

    Molecole eccitate, atomi, ioni e radicali generati dal processo di ionizzazione che, in presenza di ossigeno, prendono, nel loro insieme, il nome di ROS (Reactive Oxygen Species) e sono responsabili del potere ossidativo acquisito dal flusso gassoso. Quest’insieme risulta altamente reattivo ed in grado di attaccare una grande varietà di composti inquinanti.

  • VOC

    I composti organici volatili (VOC - Volatile organic compounds) sono gas emessi nell'aria da prodotti o processi.  I VOC includono una grande varietà di sostanze chimiche, alcune delle quali possono avere effetti negativi sulla salute a breve e lungo termine. Le concentrazioni di molti COV sono costantemente più elevate all'interno (fino a dieci volte superiori) rispetto all'esterno. I COV sono emessi da una vasta gamma di prodotti tra cui: vernici e lacche, svernicianti, prodotti per la pulizia, pesticidi, materiali da costruzione e arredi, apparecchiature per ufficio come fotocopiatrici e stampanti, fluidi correttivi e carta autocopiante, materiali grafici e artigianali tra cui colle e adesivi, pennarelli indelebili e soluzioni fotografiche.

Restiamo in contatto

Iscrivendoti riceverai informazioni e consigli utili per migliorare la qualità dell’aria che respiri!

JONIX si quota su Aim Italia

Scopri di più
Açıklama

Biz ve seçilen üçüncü taraflar, çerez politikasında belirtilen çerezleri veya benzer teknolojileri kullanırız.